Cavallo da Tiro Belga il Brabantino

Cavallo da tiro belga

Il cavallo da Tiro Belga è una delle razze più importanti al mondo e ha contribuito allo sviluppo di altri equini.

È noto anche con il nome di Brabantino, che prende il nome dove viene allevato nel Brabante, regione storica tra i Paesi Bassi e il Belgio.

Grazie a questa razza equine ed attraverso un rigido e lungo programma di incroci gli allevatori hanno selezionato qualità sensazionali.

Caratteristiche principali del cavallo da Tiro Belga

  • La Testa è piccola in proporzione al corpo, un poco squadrata ma l’espressione è intelligente e gentile.
  • Il Collo è corto robusto e potente termina in garrese e spalle di proporzioni analoghe.
  • Il Corpo è la caratteristica principale di questa razza equina, molto potente e compatto.
  • Il Mantello, i colori del Brabantino variano in base al lignaggio, esistono falbi, sauri, bai e grigi, ma il mantello predominante è il roano vinoso, con macchioline nere.
  • Le Zampe sono corti e forti, di solito ricoperte da ciuffi di pelo nella parte terminale.
  • I piedi sono di dimensioni medie e molto ben conformati.
  • L’Altezza è compresa tra i 165 e 179 cm.

Share This:

I Cavalli nel Cinema

Poter conoscere a fondo il mondo dei cavalli è un privilegio. In molti, infatti, non sono mai riusciti davvero ad addentrarsi in quello che è un ambito a sé stante e poter competere con un cavallo di razza o vederlo esibirsi nei movimenti veloci e leggiadri di cui è padrone in maniera innata non è per tutti. Il cavallo, insomma, è da tanti secoli l’amico dell’uomo più affidabile in molti contesti, viste le sue prestazioni atletiche superiori alla norma.
Compagno di viaggio o di manifestazioni sportive, il cavallo è anche stato spesso un attore in alcuni film che hanno fatto la storia del cinema italiano e internazionale. Andiamo dunque a vedere quali dove il cavallo, pur non sempre abbia un ruolo primario, risulta importante.

Oceano di fuoco - Hidalgo

La trilogia del dollaro

Sergio Leone

Quando Sergio Leone (nella foto a lato) diede vita al fenomeno degli spaghetti western negli anni ’60 in pochi avrebbero immaginato che questi film avrebbero fatto la storia.
Le riprese in primissimo piano e le scene dei duelli a colpi di pistola, per non parlare delle trame intriganti disposte dal copione, fecero la fortuna di questi tipi di pellicole.

Tuttavia, oltre le grandi performance di Clint Eastwood e Lee Van Cleef, tra i principali protagonisti dei film in questione, va rimarcato l’importante ruolo dei cavalli come comprimari importanti.

Principalmente modelli di scuderia ben addestrati, i vari esemplari utilizzati nella trilogia del dollaro erano il vero vettore per le fughe dopo una rapina o dopo un colpo di qualsiasi tipo. Il tutto in uno scenario naturale spettacolare come quello del deserto di Tabernas in Andalusia, la stessa regione nella quale le moto come la Honda Repsol di Marc Marquez effettuano le prove invernali.

Partendo da “Per un pugno di dollari” fino a “Il buono, il brutto e il cattivo”, Sergio Leone dà al cavallo un ruolo secondario solo a quello dei pistoleri e del sigaro di Clint Eastwood. Senza il cavallo che trova alla fine del “Il buono, il brutto e il cattivo”, infatti, il protagonista della storia non potrebbe creare la suspense desiderata per un finale indimenticabile.

Febbre da cavallo

Febbre da cavallo

I purosangue che sfrecciavano nei western avevano però poco da vedere con i cavalli da corsa che si vedono in un classico del cinema italiano, come quel “Febbre da Cavallo” che negli anni ’70 fece storia.

Uno degli ippodromi principali ad apparire in quella pellicola è senza dubbio quello di Sesana, a Montecatini. Questo ippodromo è tutt’ora in funzione: la prossima corsa è prevista ad aprile e il favorito alla vittoria secondo le scommesse online di Betway, sembra essere Blu Kraken con una quota di 3,60 il 20-02- 2020 (data palindroma).

Sia nel primo film, che nel remake di inizio anni 2000, il protagonista impersonificato da un grande Gigi Proietti dimostra di avere una grande passione per le corse dei cavalli, ma anche per i cavalli in generale, arrivando addirittura a formare una scuderia.

Le scene di questi due film si svolgono prevalentemente a Roma o in alcuni ippodromi, tra i quali spicca anche quello di Capannelle, uno dei più importanti d’Italia oggi sponsorizzato addirittura dalla compagnia aerea del Golfo Persico Emirates. In questi film, l’adrenalina è sicuramente minore rispetto a quelli della trilogia del dollaro, anche perché si tratta principalmente di commedie. Eppure, in entrambi i film, il cavallo assume un ruolo centrale ed è il protagonista durante tutto la trama, dato che dalle sue performance dipende la fortuna di chi ama scommettere sulle corse di questi splendidi cavalli di razza che ancora oggi spopolano negli ippodromi di tutto il mondo.

Share This:

Caratteristiche del piccolo cavallo Cob

Il Cob è un piccolo cavallo tarchiato con un grosso corpo non riconosciuto come razza equina.

La sua muscolatura è breve e possente tipica di un cavalo adatto a portare pesi, ma il vero Cob è anche in grado di galoppare.
Il Cob è utile per portare cavalieri pesanti, questo cavallo è molto docile e difficilmente irritabile.
I Cob sono cavalli molto intelligenti e di buone maniere.
Cavallo Cob

Leggi tutto

Share This:

Caratteristiche dei cavalli di razza Boulonnais

Il Boulonnais è un cavallo originario della Francia nordoccidentale, è ritenuto il più nobile dei cavalli da tiro, ed è stato uno splendido esemplare che denota in molte caratteristiche la sua nobile discendenza.
Cavallo BoulonnaisIl Boulonnais ha un’altezza che varia tra 155 e 166 cm.

Leggi tutto

Share This:

Berbero il cavallo del deserto

Il Berbero è un cavallo del deserto, tipico del Marocco e dell’Africa settentrionale.
Cavallo Berbero

Leggi tutto

Share This:

Avelignese forte cavallo dal temperamento docile

L’Avelignese è una razza di cavalli originari di Avelengo in Val Venosta (Alto Adige).
L’Avelignese è un cavallo forte e rustico utilizzato per i lavori agricoli nelle piccole aziende di montagna, ma grazie al suo carattere tranquillo ed equilibrato, oggi è molto utilizzato in ecursioni e itinerari per il turismo equestre. Oltre ad essere un cavallo da sella viene utilizzato anche per tiri leggeri.
Cavallo Avelignese

Leggi tutto

Share This:

Caratteristiche del cavallo Arabo

Il cavallo Arabo è tra i più belli al mondo.
Cavallo Arabo
Il suo aspetto e il suo carattere inconfondibili, sono il frutto di un accurata selezione durata migliaia di anni.
L’Arabo è la razza equina più pura e più antica.
Il suo movimento è fluido, fiero e coraggioso, con un indole molto docile.

Leggi tutto

Share This:

Come pulire il cavallo dalla testa agli zoccoli

Il cavallo si inizia a pulire dagli zoccoli!
Questa operazione va fatta ogni giorno con l’apposito curasnette con un movimento diretto dall’interno verso l’esterno.

Quindi si pulisce il cavallo con la brusca, muovendola dall’avanti all’indietro, con vigorosi colpi di spazzola. Attenzione a non urtare le sporgenze ossee della testa e a non dare colpi nella zona dei lombi. Alcuni cavalli sono sensibili nell’interno coscia e sull’addome, in questi casi passate solo la mano o un panno leggero. Spazzolate le zampe e pulite frequentemente la brusca durante la strigliatura.

Leggi tutto

Share This:

Un bravo maniscalco per la ferratura del mio cavallo

Il ferro protegge il piede del cavallo ed evita che si usuri troppo rapidamente, inoltre migliora la presa sul terreno, questa operazione è indolore per l’animale.
Il compito del maniscalco è quello di ferrare il cavallo in modo da mantenere l’efficienza degli arti e la naturalezza dell’azione del cavallo. Inoltre, i più abili cercano di perfezionare alcuni difetti naturali con la ferratura correttiva, fondamentale per le condizioni del cavallo.
Maniscalco

Leggi tutto

Share This:

Equitazione classica e medievale

L’equitazione classica ha le sua fondamenta nelle scuole di equitazione Rinascimentali.

Gli uomini nel medioevo erano degli abili cavallieri e avevano cavalli molto ben addestrati.
Tali movimenti sono alla base di quelle che oggi vengono definite le “arie di scuola”: impennate, salti, scalciamenti.
Equitazione classica

Leggi tutto

Share This: