EQUtv Il Canale per gli Amanti dell’Ippica

Creare un intero palinsesto dedicato all’ippica e agli amanti dei cavalli, per soddisfare le richieste di un pubblico molto specifico: è questo l’obiettivo di EQUtv, il nuovo canale digitale e satellitare del Mipaaf (Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali) già attivo da qualche mese.

EQUtv Il Canale per gli amanti dell'ippica

Cosa vedere su EQUtv

EQUtv mira a raccontare in modo più innovativo e coinvolgente il mondo dell’ippica e dei cavalli, attraverso programmi e rubriche che spaziano dalle corse agli approfondimenti.
Il palinsesto di EQUtv è infatti abbastanza trasversale e capace di incuriosire sia i più assidui frequentatori di gare e ippodromi sia coloro che amano prendersi cura dei cavalli come compagni di vita.

L’iniziativa va ad arricchire le opportunità per gli appassionati di questo mondo, che anche grazie a internet hanno oggi molti più strumenti a disposizione per essere sempre informati su ciò che accade nel settore dell’ippica.

Sul web è infatti sempre più facile trovare magazine come Hippoweb, che pubblicano quotidianamente notizie di settore, oppure trovare analisi e statistiche come per la piattaforma Betway Sports, ma mancava un’emittente televisiva con una programmazione così specifica. Visibile sul canale 151 del digitale terrestre, sul canale 51 tivùsat e su Sky al canale 220.

EQUtv propone per esempio dirette e repliche delle corse tenute nei vari ippodromi italiani, un intero tg dedicato al mondo ippico e rubriche di presentazione delle gare con la presenza di giornalisti ed esperti, oltre a dibattiti, confronti e rassegne stampa, per un palinsesto che prevede di ampliarsi ulteriormente nel corso dei mesi con altri programmi originali di qualità.

EQUtv Canale Ippica

Chi c’è dietro EQUtv

Il progetto EQUtv nasce dal bando di gara indetto dal Mipaaf per il servizio di raccolta delle immagini, elaborazione e diffusione di un canale televisivo ippico, aggiudicato da Epiqa srl. La società, con studi televisivi a Porcari, in provincia di Lucca, a Roma e a Milano, in realtà ospita già dal 2005 il servizio TV delle corse ippiche, ma – come dichiarato da Mariachiara Polselli, AD di Epiqa – con un taglio molto più tecnico rispetto a quelle che sono le intenzioni di EQUtv.

EQUtv, infatti, vuole aprire i temi dell’ippica a un pubblico molto più ampio trattando i contenuti in maniera più moderna e con format accessibili a varie fasce di utenza, avvicinando dunque anche nuove persone all’ippica intesa nel senso più esteso del termine, parlando per esempio delle diverse discipline equestri e dell’aspetto culturale ed economico che sta alla base dell’intera filiera, non sempre approfondito in maniera adeguata.

Si tratta di un investimento importante da parte della società, che mira a costruire – prendendo in prestito le parole del direttore editoriale Giovanni Bruno – un “bellissimo appartamento” per gli amanti del genere, un luogo comune in cui ogni spettatore può vivere la propria passione per l’ippica in un modo più fresco e dinamico.

Insomma, una grande novità per appassionati e curiosi che finalmente potranno trovare, anche in TV, contenuti di qualità intorno a un tema solitamente lontano dai canali mainstream.

Share This:

Discipline Equestri | Sport e Competizioni Ippiche

Discipline Equestri

Ai giorni nostri il rapporto tra uomo e cavallo è legato soprattutto all’equitazione e alle competizioni equestri, uno sport di lusso che non tutti possono permettersi.

Le moderne corse di cavalli, sia quelle piane ed a ostacoli, sia le corse al trotto, devono il loro successo al Purosangue Inglese, e non bisogna sottovalutare i numerosi circoli ippici che grazie alla passione dei loro istruttori hanno divulgato svariate discipline e amore per questo animale.

Discipline Sportive Equestri

Dressage
Corse al trotto
Il fondo
Concorso ippico
Completo d’equitazione
Campionati di tiro
Endurance equestre
Corse al galoppo
Polo
Rodeo
Caccia alla volpe
Monta all’amazzone
Steeple-chase

Share This:

Controlli Periodici Per La Salute Del Cavallo

Nel box è bene porre un calendario per avere un quadro completo del cavallo, sul quale vengono segnate le date dell’ultima ferratura, della sverminazione, della limatura dei denti, delle vaccinazioni e di tutte le operazioni che il nostro amico ha bisogno. Inoltre, bisogna osservare il cavallo giornalmente, nei box viene ispezionato alla mattina e alla sera, se è al prato almeno una volta al giorno.

Controlli periodici Cavallo

Interventi periodici per la cura del Cavallo

La limatura dei denti

I denti dei cavalli diventano aguzzi col tempo, e possono tagliare le guance e la lingua, causando quindi dei disagi nella masticazione dell’animale. È bene limare i denti del cavallo almeno ogni sei mesi.

Antiparassitari

I cavalli domestici incamerano parecchi parassiti intestinali, gli ascaridi sono i più pericolosi, per questo e bene somministrare a intervalli di sei settimane una dose di vermifugo, utile per combattere i parassiti.

Vaccinazione contro il tetano

Tutti i cavalli devono essere vaccinati contro il tetano ed anche contro l’influenza equina. Fondamentale è tenere sotto controllo le date delle ultime vaccinazioni.

Share This:

Razza Jutland – Il Cavallo Pesante Danese

Lo Jutland è un cavallo pesante della Danimarca. Famoso per la sua straordinaria resistenza e il suo carattere estremamente docile. Lo Jutland è un animale adatto al tiro e ai lavori duri.

Cavallo Jutland

Lo Jutland, oggi viene impiegato per il tiro in città è apprezzato nei lavori nei campi.

Caratteristiche della razza Jutland

  • La Testa è pesantuccia, l’espressione comunque è dolce e rispecchia il suo carattere docile.
  • Il Corpo è tozzo e compatto evidenzia il legame con della razza con il Suffock Punch, una caratteristica è l’eccezionale profondità del passaggio delle cinghie.
  • Il dorso è corto e ampio.
  • Il garrese è piatto e largo.
  • Il Mantello, il colore tipico dello Jutland è il sauro scuro con criniera e coda bionde, ma è possibile trovare anche animali di altre tonalità.
  • Le Zampe sono corte e coperte da uno strato peloso che generalmente viene eliminato, in molti esemplari le articolazioni sono deboli.
  • I piedi sono buoni.
  • L’Altezza varia da 152 a 163 cm.

Share This:

Comunicazione Uomo Cavallo, Il Linguaggio

La comunicazione uomo cavallo, questi animali utilizzano un meraviglioso linguaggio, fatto di segni fisici e tattili, osserviamo il linguaggio vocale e l’importanza del gusto e del tatto per comunicare con l’uomo.

comunicazione Uomo Cavallo

Alcuni uomini comunicano con il cavallo per mezzo dell’odore che emanano.
Le persone agitate o aggressive, emettono un odore che rivela al cavallo il loro stato comportamentale, di conseguenza l’animale si fa apprensivo o aggressivo a seconda del suo carattere.

I cavalli comunicano anche con la voce: grida acute e borbottii sono di solito avvisi di eccitamento o aggressività. Sbuffano quando qualcosa che stanno annusando la reputano pericolosa o particolarmente interessante. Nitriscono quando due compagni vengono divisi oppure quando sono molto eccitati, e a volte per richiamare l’attenzione dell’uomo se il loro cibo è in ritardo.
La fattrice può emettere dei suoni sommessi per rassicurare il puledro, ed entrambi i sessi quando ricevono il cibo o l’imboccatura.

I cavalli comunicano anche attraverso il senso del gusto e del tatto.

Gli uomini possono stabilire un rapporto di comunicazione e farsi conoscere accarezzando il muso e dandogli delle pacchette affettuose.

Governare il cavallo è un’altro modo per comunicare e stabilire un ulteriore contatto.

Share This:

Hunter i Cavalli Per Le Battute di Caccia

L’Hunter è qualsiasi cavallo che viene utilizzato nelle battute di caccia con dei segugi, non condivide caratteristiche comuni e non può essere definito una razza equina. Da non confondere con l’Hunter Irlandese.

Cavalli Hunter

Un Hunter è un animale sano di belle proporzioni e con tutti gli attributi di un buon cavallo da sella.
Dotato di una buona andatura e un’ottimo equilibrio, è un cavallo abbastanza veloce e agile negli ostacoli.

Caratteristiche principali degli Hunter

  • La Testa: gli Hunter hanno un aspetto docile, i migliori esemplari hanno un aspetto intelligente e una buona disposizione.
  • Le Spalle: la spalla inclinata è una caratteristica fondamentale per un Hunter, consente al cavallo di galoppare facilmente e superare agilmente gli ostacoli.
  • Il Corpo: è compatto e profondo al passaggio delle cinghie per consentire la piena espansione dei polmoni.
  • Il Mantello: può essere di qualsiasi colore.
  • L’Altezza: la statura è variabile, mediamente si aggira attorno ai 165 cm.

Share This:

Cavallo da Tiro Belga il Brabantino

Cavallo da tiro belga

Il cavallo da Tiro Belga è una delle razze più importanti al mondo e ha contribuito allo sviluppo di altri equini.

È noto anche con il nome di Brabantino, che prende il nome dove viene allevato nel Brabante, regione storica tra i Paesi Bassi e il Belgio.

Grazie a questa razza equine ed attraverso un rigido e lungo programma di incroci gli allevatori hanno selezionato qualità sensazionali.

Caratteristiche principali del cavallo da Tiro Belga

  • La Testa è piccola in proporzione al corpo, un poco squadrata ma l’espressione è intelligente e gentile.
  • Il Collo è corto robusto e potente termina in garrese e spalle di proporzioni analoghe.
  • Il Corpo è la caratteristica principale di questa razza equina, molto potente e compatto.
  • Il Mantello, i colori del Brabantino variano in base al lignaggio, esistono falbi, sauri, bai e grigi, ma il mantello predominante è il roano vinoso, con macchioline nere.
  • Le Zampe sono corti e forti, di solito ricoperte da ciuffi di pelo nella parte terminale.
  • I piedi sono di dimensioni medie e molto ben conformati.
  • L’Altezza è compresa tra i 165 e 179 cm.

Share This:

I Cavalli nel Cinema

Poter conoscere a fondo il mondo dei cavalli è un privilegio. In molti, infatti, non sono mai riusciti davvero ad addentrarsi in quello che è un ambito a sé stante e poter competere con un cavallo di razza o vederlo esibirsi nei movimenti veloci e leggiadri di cui è padrone in maniera innata non è per tutti. Il cavallo, insomma, è da tanti secoli l’amico dell’uomo più affidabile in molti contesti, viste le sue prestazioni atletiche superiori alla norma.
Compagno di viaggio o di manifestazioni sportive, il cavallo è anche stato spesso un attore in alcuni film che hanno fatto la storia del cinema italiano e internazionale. Andiamo dunque a vedere quali dove il cavallo, pur non sempre abbia un ruolo primario, risulta importante.

Oceano di fuoco - Hidalgo

La trilogia del dollaro

Sergio Leone

Quando Sergio Leone (nella foto a lato) diede vita al fenomeno degli spaghetti western negli anni ’60 in pochi avrebbero immaginato che questi film avrebbero fatto la storia.
Le riprese in primissimo piano e le scene dei duelli a colpi di pistola, per non parlare delle trame intriganti disposte dal copione, fecero la fortuna di questi tipi di pellicole.

Tuttavia, oltre le grandi performance di Clint Eastwood e Lee Van Cleef, tra i principali protagonisti dei film in questione, va rimarcato l’importante ruolo dei cavalli come comprimari importanti.

Principalmente modelli di scuderia ben addestrati, i vari esemplari utilizzati nella trilogia del dollaro erano il vero vettore per le fughe dopo una rapina o dopo un colpo di qualsiasi tipo. Il tutto in uno scenario naturale spettacolare come quello del deserto di Tabernas in Andalusia, la stessa regione nella quale le moto come la Honda Repsol di Marc Marquez effettuano le prove invernali.

Partendo da “Per un pugno di dollari” fino a “Il buono, il brutto e il cattivo”, Sergio Leone dà al cavallo un ruolo secondario solo a quello dei pistoleri e del sigaro di Clint Eastwood. Senza il cavallo che trova alla fine del “Il buono, il brutto e il cattivo”, infatti, il protagonista della storia non potrebbe creare la suspense desiderata per un finale indimenticabile.

Febbre da cavallo

Febbre da cavallo

I purosangue che sfrecciavano nei western avevano però poco da vedere con i cavalli da corsa che si vedono in un classico del cinema italiano, come quel “Febbre da Cavallo” che negli anni ’70 fece storia.

Uno degli ippodromi principali ad apparire in quella pellicola è senza dubbio quello di Sesana, a Montecatini. Questo ippodromo è tutt’ora in funzione: la prossima corsa è prevista ad aprile e il favorito alla vittoria secondo le scommesse online di Betway, sembra essere Blu Kraken con una quota di 3,60 il 20-02- 2020 (data palindroma).

Sia nel primo film, che nel remake di inizio anni 2000, il protagonista impersonificato da un grande Gigi Proietti dimostra di avere una grande passione per le corse dei cavalli, ma anche per i cavalli in generale, arrivando addirittura a formare una scuderia.

Le scene di questi due film si svolgono prevalentemente a Roma o in alcuni ippodromi, tra i quali spicca anche quello di Capannelle, uno dei più importanti d’Italia oggi sponsorizzato addirittura dalla compagnia aerea del Golfo Persico Emirates. In questi film, l’adrenalina è sicuramente minore rispetto a quelli della trilogia del dollaro, anche perché si tratta principalmente di commedie. Eppure, in entrambi i film, il cavallo assume un ruolo centrale ed è il protagonista durante tutto la trama, dato che dalle sue performance dipende la fortuna di chi ama scommettere sulle corse di questi splendidi cavalli di razza che ancora oggi spopolano negli ippodromi di tutto il mondo.

Share This:

Caratteristiche del piccolo cavallo Cob

Il Cob è un piccolo cavallo tarchiato con un grosso corpo non riconosciuto come razza equina.

La sua muscolatura è breve e possente tipica di un cavalo adatto a portare pesi, ma il vero Cob è anche in grado di galoppare.
Il Cob è utile per portare cavalieri pesanti, questo cavallo è molto docile e difficilmente irritabile.
I Cob sono cavalli molto intelligenti e di buone maniere.
Cavallo Cob

Leggi tutto

Share This:

Caratteristiche dei cavalli di razza Boulonnais

Il Boulonnais è un cavallo originario della Francia nordoccidentale, è ritenuto il più nobile dei cavalli da tiro, ed è stato uno splendido esemplare che denota in molte caratteristiche la sua nobile discendenza.
Cavallo BoulonnaisIl Boulonnais ha un’altezza che varia tra 155 e 166 cm.

Leggi tutto

Share This: