Cavalli di razza dominanti e creati dall’uomo

Al mondo esistono circa 160 razze e tipi di cavalli.
Il fatto singolare è che l’unica razza veramente pura è l’Arabo, per le altre razze si possono individuare influenze del Berbero e dell’Andaluso e, negli ultimi due secoli del Purosangue Inglese.Cavalli di razza

Le origini le razze e i tipi equini si svilupparono naturalmente per il progressivo adattamento all’ambiente di seguito intervenne l’uomo, il quale accelerò e alterò lo sviluppo di particolari tipi razziali.

Leggi tutto

Share This:

Caratteristiche dell’Hack moderno

Huck modernoL’Hack moderno è un cavallo leggero e aggraziato.
I partecipanti alla classe Hack sono principalmente Purosangue, molto simili al Parck Hack che al più robusto Covert Hack. Esitono Hack incrociati anche con Arabi e Anglo Arabi.

Le esposizioni prevedono tre classi: small hack, large hacks e ladies hacks. Gli Hacks devono andare al passo, al trotto e al canter.

Le caratteristiche fidsiche dell’Hack:
La Testa, molto elegante con occhi grandi e generosi e orecchie attente.
Le Profilo, è quello del Purosangue, anch’esso è selezionato per la velocità. La muscolatura deve essere lunga.
Il Mantello, qualsiasi colore uniforme.
L’Azione, diretta decisa e bassa rispetto al suolo, il trotto è fluido e leggero, il piccolo galoppo lento, leggero e in perfetto equilibrio.
L’Altezza, a seconda della classe l’Hack varia da 144 a 155 cm.

Share This:

Centro Ippico Milanese di Milano

Centro Ippico MilaneseCentro Ippico Milanese e sito a pochi minuti dal centro di Milano, affiliato con la Federazione Italiana sport Equestri, organizza corsi di equitazione, gare, si occupa della vendita e della consulenza di cavalli.

Indirizzo: via Macconago 20 Milano.
Struttura: 12 box 3,50 x 4,20m – 28 box 3,20 x 3,20 – maneggio coperto da 53 x 27m, 35 x 18m – 1 giostra per 6 cavalli – maneggio scoperto da 20 x 40 – campo dressage 20 x 60 – campo ostacoli in erba e in sabbia – 2 paddock da 25 x 50.

Leggi tutto

Share This:

Norme di comportamento per andare a cavallo

Norme a CavalloLa legge riguardante il cavallo varia da stato a stato e prevede una serie di regole che riguardano la compravendita, la sicurezza, il comportamento, …

Per montare a cavallo in un centro ippico o in una scuola di equitazione è necessario sottoscrivere una polizza di assicurazione.
In Italia è obbligatoria una assicurazione abbinata alle patenti che la FISE e l’ANTE rilasciano ai tesserati.

Leggi tutto

Share This:

Scommesse sportive online

Scommesse sportive onlineDa quando i giochi a distanza sono stati legalizzati in Italia, tutti i maggiorenni italiani interessati a puntare sui principali eventi sportivi, nazionali ed internazionali, possono farlo anche dalla propria apparecchiatura mobile o dal desktop del proprio personal computer con una semplice REGISTRAZIONE.

E’ possibile scommettere sui principali eventi sportivi di calcio, ippica, tennis, boxe, basket e tantissimi altri eventi sportivi.

Leggi tutto

Share This:

Razza di cavalli Shagya-Arabo

shagya-araboLa razza di cavalli Shagya-Arabo è molto rinomata in Ungheria, un tempo molto diffuso nell’impero Austro-Ungarico il quale vantava le migliori scuderie del mondo. Mezohegyes e soprattutto Babolna che è il centro di selezione di questa razza.

Caratteristiche dei cavalli Shagya-Arabo
La Testa, il profilo è concavo, il muso piccolo e affusolato, la pelle sottile con degli occhi molto grandi. I suoi lineamenti sono particolarmente belli.

Leggi tutto

Share This:

Vocabolario del Cavallo e Centri Ippici

Adenite equina: malattia che provoca gonfiore e suppurazione dei linfonodi della gola.
Alta scuola: arte classica dell’equitazione dove si praticano le figure tradizionali di scuola avanzata o di dressage.
Anasarca: malattia che provoca gravi tumefazioni agli arti, ventre, collo e alla testa.
Andatura: il passo con cui si muove il cavallo.
Appiombi: la direzione degli arti del cavallo quando è fermo.
Arcione: parte centrale anteriore di una sella convenzionale. Termine usato anche per indicare arco anteriore o pomello.
Assetto: posizione del cavaliere in sella.
Azione: tipo e insieme dei movimenti dello scheletro del cavallo in rapporto alla deambulazione.
Ballo dell’orso: dondoloio della testa del cavallo causata da noia e scarsa attività.

Leggi tutto

Share This:

Pronto intervento al cavallo

Pronto intervento al CavalloChiunque a che fare con un cavallo può capitargli di trovarsi nella situazione di intervenire subito per prestargli le prime cure in attesa dell’arrivo del veterinario. Queste situazioni di pronto intervento al cavallo sono molto delicate. Quindi è fondamentale non peggiorare la situazione. Il consiglio è quello di chiamare subito il veterinario che vi consiglierà al momento cosa è meglio fare. Così come è importante non perdere il controllo della situazione.

Leggi tutto

Share This:

G.I.A. Gruppo Italiano Attacchi

gruppo italiano attacchiIl Gruppo Italiano Attacchi (G.I.A.) nasce a Bergamo nel 1974, con la missione di promuovere e diffondere la conoscenza della tradizione degli Attacchi in Italia.

Antica disciplina equestre con oltre 1500 anni di storia, che ha la sua più grande espressione nei campionati di attacchi, regolamentati dalla F.E.I. (Federazione Nazionale Internazionale), e una grande passione in piena diffusione anche nel nostro Paese, sia per gli eventi sportivi che per le numerose attività ed eventi che il G.I.A. organizza.

Attacchi, nell’ippica, è sinonimo di carrozza. Più precisamente si tratta della bardatura per attaccare al cavallo carri e carrozze. Esistono diversi tipi di attacchi, originariamente furono i cinesi a portare maggiori innovazioni nel campo del tiro, sia come bardature che come veicoli.
Nel vecchio continente la tradizione degli attacchi ha la sua massima espressione in Ungheria, famosi sono gli attacchi ungheresi che ancora oggi si trovano al primo posto nelle discipline equestri degli attacchi.

Il Gruppo Italiano Attacchi, con le sue tante iniziative, ci permette di ritornare indietro nel tempo e rivivere questo mondo affascinante. Un vero e proprio salto tra il Settecento e l’Ottocento, quando era buona regola organizzare gite fuori porta in carrozza, per trascorrere una giornata all’aria aperta per un pic nic in famiglia.
Il G.I.A. organizza tutto questo rispettando minuziosamente le antiche tradizioni, con raffinati bauli ed eleganti stoviglie. Un ritorno al buon gusto per scoprire luoghi suggestivi del nostro Paese e, al contempo, divertirsi da una prospettiva originale ed esclusiva a bordo di comode ed eleganti carrozze.

Oltre a questi eventi rivolti a tutti, il G.I.A., organizza gare di attacchi a cronometro ed esibizione a tempo di valzer di coppie di attacchi singoli, pariglie e tiri a quattro.
Per chi vuole vivere una nuova esperienza e trascorrere una domenica diversa, invito a visitare il sito ufficiale del Gruppo Italiano Attacchi, nel quale sono regolarmente esposte le tante iniziative. Tutte rigorosamente eco-compatibili e nel segno dell’offerta turistica sostenibile.

Share This:

L’Occhio del Cavallo – Caratteristiche Visive

occhio del cavalloUna caratteristica importante dei cavalli sono gli occhi, comprendere come questi agiscono sul cervello ci permette di capire alcune loro reazioni.

L’occhio del cavallo è grande e scuro, con palpebre sottili e mobili, con lunghe ciglia. Vede molto bene anche di notte. Inoltre, riesce a percepire anche piccolissimi spostamenti a grandi distanze, ma l’oggetto riesce a metterlo a fuoco solo quando è perpendicolare all’occhio.
Sopra le orbite, sono presenti due fontanelle, che con il passare degli anni si accentuano.

Visuale
Bisogna conoscere il campo visivo del cavallo per comprendere meglio molte sue reazioni e atteggiamenti. L’animale non vede frontalmente e nella parte posteriore per circa 60 °. Ha invece un’ottima visibilità ai lati.

campo visivo del cavalloPer rendere più comprensibile “il punto di vista” dei cavalli osservate il disegno a lato. Nella zona colorata di nero, il cavallo non vede. Mentre nella zona colorata di bianco, l’animale ha una perfetta visuale.

Da questo disegno riusciamo a capire meglio la particolare comunicazione che esiste tra i due occhi e il cervello, praticamente la stessa immagine viene segnalata separatamente da ogni occhio, quindi per il cavallo lo stesso oggetto lo vede doppio o, meglio, gli appare due volte.

Da questa caratteristica possiamo comprendere alcune reazioni istintive dell’animale. Per esempio quando si spaventa quando vede degli oggetti al bordo della strada duranta una passeggiata. Il nostro compito sarà semplicemente quello di rasserenarlo per proseguire il cammino. Ma state tranquilli che al ritorno davanti allo stesso oggetto avrà la stessa reazione. Questo è dovuto solo alla sua struttura visiva e non, come molti credono, alla sua scarsa memoria o intelligenza.

Tutto questo ci aiuta a comprendere meglio anche alcune reazioni di fuga in presenza di un predatore. Un cavallo non scappa quando un’occhio vede per la prima volta un predatore, ma solo quando si muove e lo inquadra anche con l’altro occhio. A questo punto crede di essere attaccato da due predatori, quindi scappa.

Da evitare

  • Sellarlo e salire sempre dallo stesso lato.
  • Non arrivare mai da dietro e dargli delle pacche improvvise sulle natiche.

Share This: