Come pulire il cavallo dalla testa agli zoccoli

Il cavallo si inizia a pulire dagli zoccoli!
Questa operazione va fatta ogni giorno con l’apposito curasnette con un movimento diretto dall’interno verso l’esterno.

Quindi si pulisce il cavallo con la brusca, muovendola dall’avanti all’indietro, con vigorosi colpi di spazzola. Attenzione a non urtare le sporgenze ossee della testa e a non dare colpi nella zona dei lombi. Alcuni cavalli sono sensibili nell’interno coscia e sull’addome, in questi casi passate solo la mano o un panno leggero. Spazzolate le zampe e pulite frequentemente la brusca durante la strigliatura.
Dopo aver pettinato la criniera, la si liscia con una spazzola bagnata, così pure per la coda.
Con una spazzola morbida che non rechi danno ai crini, si spazzola la coda prendendo un ciuffo alla volta. dopo aver inumidito la coda si può applicare un bendaggio per dare la piega ai crini, ma deve essere morbido e lasciato un paio d’ore al massimo.

Importante è la pulizia del naso che deve essere fatta giornalmente, le narici e gli occhi vanno puliti con una spugna umida. E bene pulire anche i genitali sempre con una spugna bagnata, preferibilmente diversa.

La lucidatura del mantello si fa passando su tutto il pelo un panno umido, una pella di daino, un guanto di peluche o con un panno di iuta, quest’ultimi due danno più lucentezza al mantello.

Gli zoccoli si bagnano di frequente in modo da far perdere il grasso, questo migliora l’aspetto dell’animale, gli zoccoli vanno unti con un olio apposito.

Scommesse Ippiche Snai

Concessionario SNAI Speciale Ippica:
– Fino al 7% delle vincite sulle scommesse a quota fissa.
– Fino al 10% delle vincite sulle scommesse a totalizzatore.
REGISTRATI SUBITO

Share This: