Passeggiata a Cavallo

Passeggiata a cavalloUno dei momenti più belli è quando siamo passeggio in compagnia del nostro amico cavallo. Un’occasione importante per conoscerci meglio, senza mai dimenticarsi che il cavallo non è un semplice mezzo di trasporto.

Durante una passeggiata a cavallo possono capitare degli imprevisti di varia natura, per questo dobbiamo preoccuparci di prevenirli usando sempre il buon senso e il rispetto nei confronti del nostro animale.

Sono sufficienti piccole accortezze per evitare gravi problemi, innanzitutto la scelta del percorso. Scegliamo itinerari alla portata sia nostra che dell’animale, evitando inutili affaticamenti che sono la causa principale di cadute e incidenti.
Quando organizziamo una passeggiata a cavallo preoccupiamoci sempre di pianificare il viaggio con più tappe e di non forzare mai il ritmo, alternando le andature.

Al passo il nostro cavallo può fare molta più strada senza affaticarsi troppo. Quando si trotta l’andatura deve essere sciolta e mai troppo allungata. Evitiamo di trottare seduti e su terreni duri. Il galoppo può diventare seriamente pericoloso se non conosciamo il territorio, oltre al fatto che affatica eccessivamente il cavallo.

Quando il terreno è ripido o sconnesso scendiamo da cavallo e percorriamo il tratto a piedi.

L’importanza del ristoro
Durante una passeggiata a cavallo bisogna fare attenzione a quanto e come beve il nostro amico. Evitiamo piccole bevute durante il tragitto, soprattutto se l’animale è stanco. Il momento migliore per abbeverare il cavallo è quando, dopo una sosta nella quale l’animale ha avuto tutto il tempo di asciugarsi e di riprendere il normale ritmo cardio-respiratorio. Preoccupiamoci di dargli dell’acqua non fredda e pulita.

Durante la sosta, prima pensiamo al nostro cavallo, allentandogli il sottopancia, se è più lunga togliamo sella e finimenti, facendo attenzione che il pelo sotto la sella non sia bagnato, in tal caso muoviamolo finché è asciutto.

Non legare mai il cavallo vicino a correnti d’aria o al sole diretto. Nel caso siamo costretti a legarlo vicino ad altri animali, facciamo attenzione che siano ad una distanza sufficiente per non farsi male. E’ importante la lunghezza della corda per evitare che possa incordarsi.
Se è possibile cercate di evitare le incordature, con delle pastoie in cuoio collegate tra loro da una breve correggia, si possono applicate alle zampe anteriori in modo che il cavallo può fare piccoli passi sufficienti al suo pascolo.

Scommesse Ippiche Snai

Concessionario SNAI Speciale Ippica:
– Fino al 7% delle vincite sulle scommesse a quota fissa.
– Fino al 10% delle vincite sulle scommesse a totalizzatore.
REGISTRATI SUBITO

Share This: