L’età dei Cavalli

età dei cavalliQuanti anni vive un cavallo? Non è facile rispondere a questa domanda, dato che è difficile che un cavallo venga lasciato morire di vecchiaia. La maggior parte termina di vivere prematuramente per mano del macellaio, generalmente quando evidenzia i primi segni di invecchiamento.

Un cavallo è considerato vecchio intorno ai vent’anni, ma possono continuare a vivere e lavorare senza problemi per ancora un altro decennio e, ogni tanto, giungono notizie di qualche esemplare che raggiunge i 40 anni.

Il ciclo di vita di un cavallo si aggira attorno ai trenta anni. Più certa è l’età media entro la quale vengono impiegati nelle varie discipline: il purosangue da corsa rende il massimo tra i 3 e 5 anni dopodiché gli esemplari migliori sono utilizzati per la riproduzione. Il trottatore ha una carriera più lunga, che può arrivare fino agli 8 anni. Nel completo vengono impiegati fino ai 12 anni anni e nei concorsi ippici fino a 16 anni. Il cavallo da sella utilizzato per passeggiate nel turismo equestre può lavorare per molti anni. Anche la fattrice anziana può continuare a generare ottime soggetti, l’importante è che gli vengano dedicate tutte le giuste attenzioni e cure che gli dovrebbero essere dovute ad un qualsiasi compagno leale.

Il puledro appena nato si alza sulle proprie gambe circa un’ora dopo la sua prima poppata. I primi sei mesi di vita succhiano il latte poi passa a brucare l’erba. Verso i due anni i soggetti assomigliano sempre più ad un cavallo adulto ma sono ancora immaturi. Compiuto il quarto anno di età sono praticamente pronti per iniziare a lavorare. Tra i cinque e dieci anni sono all’apice della loro vita. Verso i vent’anni le zampe e le articolazioni possono ispessirsi e la schiena può inarcarsi.

Dall’esame della dentatura è possibile capire quanti anni ha un cavallo, ma non è facile da interpretare, per riuscirci bisogna essere degli esperti.
La forma dei denti è legata all’età, quando invecchia gli incisivi si inclinano maggiormente e i segni sulla loro superficie cambia. Ma questa è un’indicazione superficiale basata sulla conoscenza dell’evoluzione dei cavalli in relazione all’età.
Alla nascita il puledro è apparentemente senza denti che spunteranno già dalla prima settimana cominciando dagli incisivi superiori. Il puledro ha 24 denti che diventeranno 36 nella femmina adulta o 40 nel maschio adulto. Gli incisivi anteriori si sporgeranno gradualmente in avanti con il passare degli anni.

Scommesse Ippiche Snai

Concessionario SNAI Speciale Ippica:
– Fino al 7% delle vincite sulle scommesse a quota fissa.
– Fino al 10% delle vincite sulle scommesse a totalizzatore.
REGISTRATI SUBITO

Share This: