Informativa Cookie

Segni e colorazioni dei cavalli

segni e colorazioni dei cavalliIl colore di un cavallo è correlato dal suo albero genealogico. Quindi il mantello, i segni sul muso, i colori dello zoccolo e delle balzane di un cavallo dipendono dalle caratteristiche dei sui genitori ed anche dei suoi antenati.
Se per esempio un genitore è grigio e l’altro è baio, il puledro sarà grigio in quanto questo colore è dominante. Il gene per il colore baio avviene tra un genitore baio ed uno sauro. Il cavallo nato da questa unione cromatica (baio + sauro) genererà delle cellule che per metà contengono il gene baio e per metà sauro. In caso di accoppiamento con un altro esemplare con lo stesso corredo genetico, è possibile che nascano dei puledri di colore sauro. Infatti, i cavalli con la tonalità di colore sauro hanno sempre due geni nelle cellule del loro patrimonio genetico.

Esistono alcune razze che i puledri possono cambiare colore nel corso della crescita. Il cavallo Lipizzano, per esempio, nasce nero e crescendo il mantello si colora di bianco.

I cavalli bicolori
Dal nome si capisce che la loro caratteristica principale è quella di avere il mantello di due gradazioni. Anche se in questa categoria rientrano dei cavalli pezzati che hanno tre colori (bianco, nero e sauro).

Altri segni particolari dei cavalli
Alcuni segni sul muso del cavallo hanno dei nomi ben precisi:
Stella è una macchiolina sulla fronte.
Piccolo liscio tra le nari è una macchia tra le due narici.
Lista è una riga bianca intera che parte dalla fronte fino al naso. Mentre la lista interrotta è una riga frammentata lungo il muso. La grande lista prolungata è una riga grande che parte dalla fronte fino ricoprire le narici.
Viene detta bella faccia una macchia completamente bianca. Parte dalla fronte fino alla bocca.
Bevente in bianco è una strisciolina bianca sulla bocca. Mentre l’ampio bevente ricopre tutta la bocca con dei peli bianchi.

Anche le zampe si contraddistinguono per delle colorazioni particolari.
I colori dello zoccolo servono per riconoscere il cavallo. Possono essere di colore scuro (blu o nero) o striati verticalmente.

Esistono vari tipi di balzane valutate a seconda della loro estensione che può essere limitata alla corona (traccia di balzana) o risalire lungo tutto lo stinco (grande balzana) fino al ginocchio (balzana calzata).

Alcune razze equine conservano delle zebrature sulle zampe. Si riscontrano nel Fjord e nell’Highland.
Alcuni cavalli con il mantello baio conservano la cosiddetta riga mulina. Il Tarpan e i cavalli selvatici della mongolia conservano ancora questa caratteristica.

Share This:

Lascia un commento