Informativa Cookie

Cure e prevenzioni stagionali per i cavalli

Cure e prevenzioni stagionaliIl caldo e il freddo possono creare dei problemi ai nostri amici cavalli, vediamo assieme quali potrebbero essere i pericoli maggiori e come prevenirli.

Con l’inizio della stagione estiva arriva puntuale il sole e gli immancabili e fastidiosissimi insetti.

Per i cavalli che stanno per ore sotto il sole, in particolare i soggetti con il naso rosa che vivono nei box con la testa fuori dalla porta superiore. E’ bene proteggerli applicando una crema contro le scottature come quella che utilizziamo noi umani.

Un altro problema è la laminite, un’infiammazione sotto gli zoccoli, quest’ultimi diventano caldi e provocano zoppia, capita d’estate quando gli animali mangiano troppa erba. Per verificare se l’animale ha questo disturbo si usano le tenaglie sonda. La laminite è molto dolorosa e nella maggior parte dei casi interessa gli zoccoli anteriori.

Per quanto riguarda gli insetti e bene fare due distinzioni: le mosche e i moscerini.
Esistono esemplari che tollerano le mosche più di altri. Quelli che non le sopportano, è consigliato tenerli nei box di giorno e lasciarli nel prato di notte. Se questa operazione non fosse possibile, in commercio esistono dei prodotti per allontanare le mosche. Di solito vengono versati su un panno e passati lungo il mantello dell’animale, esistono anche dei repellenti spray ma alcuni cavalli non li sopportano. Per chi preferisce non utilizzare rimedi chimici ci sono le frangette antimosche, dei nastrini da applicare sulla testa del cavallo che hanno lo scopo di tenere lontane le mosche dagli occhi.

Un disturbo tipicamente estivo sono le dermatiti causate dai moscerini, questi piccoli insetti pungono i cavalli provocandogli un forte prurito. La coda e la criniera sono le parti più affette da questo problema. Per evitare la dermatite estiva è consigliato mettere nei box i cavalli al mattino presto e nella tarda serata, ossia negli orari in cui i moscerini attaccano. In commercio esistono dei prodotti da sfregare sulla criniera e sulla coda per togliere il fastidio.

La stagione invernale nasconde altre insidie legate alle temperature rigide.
Uno dei problemi principali sono le ulcerazioni da fango, i nodelli devono essere visitati da un veterinario. Per prevenirli è bene spargere del grasso nel piede in modo che impedisce alla neve di accumularsi sotto lo zoccolo.
Il grasso viene usato anche per proteggere le zampe, vaselina o paraffina liquida sulla parte inferiore della zampa e sui garretti aiuta a non farli bagnare. Se usiamo questi piccoli accorgimenti il nostro amico a quattro zampe è protetto dal freddo.

Il ghiaccio è pericolosissimo per i cavalli, possono cadere e farsi male, peggio ancora se li stiamo cavalcando, mentre non ci sono problemi a fare delle passeggiate sulla neve se si ungono di grasso i piedi del cavallo.

Utilizzo della coperta
Un cavallo tosato di inverno è da considerarsi al caldo solo se segue una alimentazione adeguata e se indossa una coperta pesante. Tenere al caldo gli animali d’inverno è importante, piuttosto che chiudere la parte superiore del box è consigliato aggiungere una sottocoperta per proteggerlo dal freddo.

Scommesse Ippiche Snai

Concessionario SNAI Speciale Ippica:
– Fino al 7% delle vincite sulle scommesse a quota fissa.
– Fino al 10% delle vincite sulle scommesse a totalizzatore.
REGISTRATI SUBITO

Share This:

Lascia un commento